LATemar

Sul Latemar e tutt’attorno

Scoprire la Val d’Ega

Il regno delle avventure nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

In cielo aquile, merli e rondoni volano assieme alle nuvole. Gli impianti di risalita trascinano le loro seggiole fino alla stazione a monte. Cangianti prati di alta montagna, boschi secolari, percorsi per l’arrampicata sui pendii delle Dolomiti: in estate le splendide vette dei Monti Pallidi scoprono i loro assi nella manica, e non solo giocando a carte sui tavolini in legno delle malghe. Qui trovate alcuni degli highlight più interessanti!
 

Sul Latemar e tutt’attorno

Il Giro del Latemar è la perla delle escursioni e allo stesso tempo rappresenta un classico della Val d’Ega. Sgambettando in cima alla Forcella dei Camosci si raggiunge, in circa tre ore di camminata su sentieri in salita, il Rifugio Latemar-Torre di Pisa a 2.671 m.

I mountain-biker, invece, pedalano per cinque ore abbondanti attorno al Latemar: il Giro del Latemar è lungo 37,9 km e inizia con una dolce salita attraverso la foresta del Latemar che porta fino al Passo di Costalunga, per addentrarsi poi nella Val di Fassa. Da lì si continua a salire con la telecabina “Predazzo-Gardonè” fino ai 1.650 m e poi con la seggiovia fino al Passo Feudo (2.200 m).
 

Il GEOPARC Bletterbach e il Planetarium

Esplorando la Gola del Bletterbach! Il GEOPARC Bletterbach, il canyon più alto dell’Alto Adige, è un’attrazione dedicata a grandi e piccini. Qui ci si immerge nella storia della Terra! E al Planetarium, all’Osservatorio “Max Valier”, al Planetario dell’Alto Adige a San Valentino in Campo e lungo il Sentiero dei Pianeti si impara a conoscere il cosmo. Stupore e scoperte per tutta la famiglia!
 

Slittovia, palline e divertimento no stop!

In estate come in inverno si vola e si palpita! Sfrecciare fino a 40 km/h in mezzo ai boschi secolari sulla slittovia Alpine Coaster Gardonè a Predazzo. E nel frattempo gli sportivi che amano colpire le palline si sfidano sui campi da tennis e su quelli da golf della Val d’Ega!
 

Con la NATURA nel cuore!

L’UNESCO lo sa. E anche a Obereggen ne siamo consapevoli: la nostra Terra è un regalo che va protetto. Già dal 2007 tutto il paese di Obereggen viene riscaldato tramite un impianto di teleriscaldamento a biomassa e per generare corrente elettrica si sfrutta l’energia idroelettrica. Inoltre si punta sui mezzi di trasporto pubblico, includendo anche i taxi di gruppo e i migliori impianti di risalita!

Il Latemar è Patrimonio dell’Umanità UNESCO