LATEMAR

IL LATEMAR è Patrimonio Mondiale UNESCO

Le Dolomiti, il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Le più belle montagne del mondo

Forse non saranno le cime più alte al mondo, ma sono senza dubbio le più belle. È così che la leggenda vivente dell’alpinismo Reinhold Messner descrive le Dolomiti. E colpisce dritto nel segno! L’UNESCO ha sottolineato ancora una volta l’unicità e il pregio delle Dolomiti quando nel 2009 le ha dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità: più di 142.000 ettari di superficie, 2.400 specie vegetali e una straordinaria singolarità dal punto di vista geologico, botanico e paesaggistico.
 

Montagne famose e celebrità

Pittori, scultori, scrittori e poeti hanno scelto le Dolomiti come soggetto delle loro opere d’arte. Nel XVIII secolo, quando venivano ancora chiamate Alpi calcaree, le Dolomiti furono sottoposte ad un’analisi scientifica da parte di celebri scienziati, che coinvolse tra i tanti anche il geologo francese Déodat de Dolomieu, al quale si riconduce il nome di questa roccia e a cui si deve il termine “Dolomiti”. Nel XIX secolo i primi alpinisti e scalatori proclamarono i Monti Pallidi l’Eldorado dell’arrampicata. Alla fine dello stesso secolo tra queste vette nacque lo sci alpino. Nel XX secolo grazie a Luis Trenker, anch’egli alpinista, attore e regista, e più tardi naturalmente anche grazie a Reinhold Messner, le Dolomiti raggiunsero finalmente la fama mondiale di cui godono oggi e vennero riconosciute come uno dei più bei panorami montani.

 

Un’eredità meravigliosa

Eppure la fama mondiale non ebbe solo riscontri positivi: negli anni ’70 l’afflusso turistico che coinvolse il territorio delle Dolomiti attorno al Catinaccio fu così elevato da rendere necessaria l’introduzione di misure a salvaguardia dell’area. Proprio per questa ragione nel 1974 venne fondato il primo parco naturale dell’Alto Adige, il Parco Naturale Sciliar-Catinaccio. Infine, nel 2009 nove aree del territorio delle Dolomiti venero dichiarate Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Le molteplici successioni rocciose di quest’area, le sue aspre vette e il colore biancastro delle Dolomiti riconducono ad un’affascinante storia risalente a più di 100 milioni di anni fa. E ancora all’oceano preistorico dal quale emersero le Dolomiti e ai suoi vulcani... Un patrimonio mondiale, già, una meraviglia del mondo!