Ski Center Latemar

35° Coppa Europa FIS Slalom Obereggen

Coppa Europa a Obereggen: Il croato Rodes sorprende tutti, Razzoli secondo

Il 22enne croato Istok Rodes ha negato il regalo di compleanno al ex campione olimpico Giuliano Razzoli, che ieri ha compiuto i 34 anni. Rodes é stato la sorpresa del prestigioso slalom di Coppa Europa sull’impegnativa pista Maierl di Obereggen, trionfando davanti a Razzoli ed al suo 22enne collega croato Elias Kolega. Sfortunati invece i locali Alex Vinatzer e Fabian Bacher. Entrambi si erano classificati nei top 10 dopo la prima manche e sono usciti di gara nella seconda manche dopo un intermedio ecezzionale.
 
Stamattina nessuno aveva prognosticato una vittoria di Istok Rodes. Il croato, solo numero 92 della classifica FIS, si é classificato buon sesto dopo la prima manche, completando l’opera con il secondo miglior tempo nella seconda manche. A Razzoli, primo dopo la prima manche, ha inflitto un distacco impressionante di 1,19 secondi nella seconda manche. Alla fine gli é bastato per vincere la gara con un vantaggio di 0,18 secondi su Razzoli e di 0,41 secondi su Kolega. Obereggen oggi é stata la gara dei croati che hanno piazzato ben tre dei loro nei primi 5 – Rodes, Kolega e Matej Vidovic in quinta posizione, detentore del titolo a Obereggen e vincitore della classifica di slalom di Coppa Europa in carica. Davanti a Vidovic, un altro ex vincitore a Obereggen (quello del 2015), ossia il francese Robin Buffet.
 
Per dire la verità anche gli azzurri avrebbero potuto piazzare tre atleti nei primi 5 – addirittura avrebbero potuto portare a casa la prima vittoria dopo quella di Patrick Thaler nel 2011. Alla fine é rimasto solo Razzoli in seconda posizione. Fabian Bacher di Racines, decimo dopo la prima manche, alla sua uscita poco dopo il tempo intermedio era in testa con incredibili 1,31 secondi di vantaggio sul norvegese Timon Haugan, in testa a quel punto della gara e sesto a fine gara – 1,20 secondi dietro a Rodes. Il 19enne talento gardenese Alex Vinatzer invece, già vincitore di uno slalom di Coppa Europa a Levi quest’anno, al tempo intermedio aveva un vantaggio di 0,22 secondi proprio su Rodes. Fatale un errore quattro porte prima del traguardo. Comunque Bacher e Vinatzer hanno confermato di poter dire la loro in Coppa Europa.
 
A proposito di Timon Haugan: Il norvegese ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda manche, migliorandosi da posizione 19 a 6, proprio davanti al russo Alexander Khoroshilov, che nel 2015 vinse lo slalom notturno di Coppa del Mondo a Schladming.
 
Sono stati circa 130 i volontari che anche quest’anno hanno reso onore al sopranome di Obereggen, ossia „Kitzbühel della Coppa Europa“. Il team attorno al attuale capo organizzativo e direttore di gara Eduard „Edi“ Pichler é riuscito a offrire agli atleti condizioni praticamente perfette, degne di una gara di Coppa del Mondo. Obereggen è un organizzatore affidabilissimo, visto che dalla prima edizione 1983 ha mancato l’appuntamento con la gara soltanto due volte – l’ultima volta ben 18 anni fa (nel 2000). Una serie che è di tutto rispetto e rarissima a livello di Coppa Europa ed anche di Coppa del Mondo.
 
Obereggen 2018: risultato finale
1. Istok Rodes (CRO)                                       1.40,73
2. Giuliano Razzoli (ITA)                                  +0,18
3. Elias Kolega (CRO)                                      +0,41
4. Robin Buffet (FRA)                                       +0,87
5. Matej Vidovic (CRO)                                     +0,93
6. Timon Haugan (NOR)                                   +1,20
7. Alexander Khoroshilov (RUS)                       +1,26
8. Fabio Gstrein (AUT)                                     +1,54
9. Dominik Stehle (GER)                                  +1,66
10. Mathias Graf (AUT)                                    +1,79
 
Gli altri azzurri:
13. Giordano Ronci (ITA)                                 +2,03
16. Hans Vaccari (ITA)                                     +2,48
34. Tobias Kastlunger (ITA)                             +8,70
35. Pietro Franceschetti (ITA)                           +9,35
 

Ricordando la Coppa Europa 2017

Il 24enne croato Matej Vidovic si aggiudicò il tradizionale slalom di Coppa Europa di Obereggen nel dicembre 2017 ed anche la classifica di slalom di Coppa Europa. Al croato, in lizza già dopo la prima manche, è bastato il 20esimo tempo per staccare l’austriaco Marc Digruber (secondo) e l’appena 20enne francese Noel Clement (terzo).

Il miglior tempo nella seconda manche lo fece segnare il 22enne azzurro Federico Liberatore. 30esimo dopo la prima manche, sfruttò al meglio la possibilità di poter aprire la seconda manche e migliorò notevolmente il suo piazzamento chiudendo lo slalom in ottava posizione e risultando il migliore degli azzurri. Secondo degli azzurri il bolzanino Riccardo Tonetti, praticamente sulla sua pista di casa, visto che ha imparato a sciare proprio a Obereggen. Dopo il 20esimo tempo nella prima manche fece seguire il terzo miglior tempo nella seconda, chiudendo in 12esima posizione.

Giuliano Razzoli, ex campione del mondo e vincitore a Obereggen nel 2009, deluse chiudendo la prima manche in 47esima posizione e uscendo nella seconda manche.

Grande soddisfazione comunque per gli organizzatori che attorniavano il direttore di gara e presidente del comitato organizzativo Eduard “Edi” Pichler. La pista Maierl si presentò in condizioni molto buone, considerato il meteo avverso dei giorni precedenti la gara, con pioggia fino a quota 2.000 metri. Infatti Riccardo Tonetti arrivò 12esimo con il pettorale 49 e l’austriaco Simon Rüland chiuse con il pettorale 53 lo slalom in 14esima piazza. Non esiste prova migliore per il buon lavoro svolto dagli organizzatori. Alla partenza un numero complessivo di 104 atleti.

Foto: 1. Matej Vidovic (CRO), 2. Marc Digruber (AUT), 3. Noel Clement (FRA)

Video Coppa Europa 2017